icon

?

Spedizione gratuita da CHF 75.- Cibo sano per cani di AniSwiss.

?

Nuovi snack in vendita ora per un tempo limitato! Usa il codice NEW per il 15% di sconto.

Dovrei accarezzare il cane di un estraneo?

Lo sappiamo con gli umani: se nasce il secondo figlio, è subito protagonista. Padre e madre, zie e zii, nonno e nonna - vengono tutti a trovarli e vogliono tenere il neonato tra le braccia, accarezzarlo, dire "oh, sei carino"... il fratello maggiore lo mette a dura prova : Ecco che arriva uno sconosciuto nell'idillio e all'improvviso non sono più il numero 1. Molti bambini rispondono a questa situazione con varie forme di protesta se non ottengono un adeguato compenso.

Gelosia umana

È risaputo che la gelosia scatena uno dei sentimenti più forti negli esseri umani che conosciamo. Reagiamo ancora più forte dell'amore e dell'affetto quando il nostro amore è minacciato da un estraneo insistente. Anche le persone veramente calme e in pace possono improvvisamente diventare violente quando si rendono conto che il loro amore è in pericolo. – Non di rado, tali drammi di gelosia arrivano sulla stampa.

Ma la gelosia esiste anche nei cani?

È noto che i cani sono creature molto leali. Si conoscono innumerevoli esempi di cani che vanno al cimitero ogni giorno molto tempo dopo la morte del loro proprietario perché ovviamente hanno perso la loro persona di contatto. Ma questo è il dolore della perdita. Non la gelosia.

Sebbene la gelosia umana sia stata ampiamente studiata e documentata, il lavoro scientifico sulla possibile gelosia del cane è piuttosto raro. Ora è diverso: i ricercatori dell'Università australiana di Auckland hanno creato uno studio (e lo hanno pubblicato sulla rivista "Psychological Science") che si occupa specificamente della gelosia dei cani, ovvero degli animali che gli esseri umani hanno di fronte addomesticato dal lupo almeno 15.000 anni fa e portato a casa nelle sue stesse quattro mura.

Il setup sperimentale

Un totale di 18 cani diversi di razze diverse sono stati osservati in diversi allestimenti sperimentali. Nella prima scena, i soggetti del test hanno accarezzato un cane di peluche dall'aspetto ingannevolmente reale, mentre i cani dei soggetti del test hanno dovuto guardare da pochi metri di distanza. Nella seconda scena, il cane di peluche è stato sostituito da un cuscino quadrato. Nel terzo allestimento sperimentale, le carezze del cane di peluche avvenivano dietro un muro a mezza altezza, fuori dalla vista del proprio cane, mentre nel quarto allestimento di prova il padrone accarezzava anche il cuscino dietro il muro .

Dato che il peluche è privo di odori e anche di rumori di animali, lo studio australiano si occupa solo dei fattori che influenzano visivamente percettibili. Soprattutto l'accarezzare, visibile o invisibile, delle mani umane, dall'altro attraverso la differenza tra un cane artificiale e un quadrato di stoffa che si può chiaramente identificare come un cuscino.

I risultati

I cani reclutati per lo studio mostravano evidenti segni di gelosia non solo quando potevano vedere lo strano cane che graffiava, ma anche quando potevano intuirlo dai movimenti del loro padrone dietro il muro a mezza altezza. Proprio quando lo strano cane era visibile, la gelosia si manifestava con abbaiati spontanei, forti lamenti, ma soprattutto dal fatto che al guinzaglio si accumulava una notevole forza di traino. I cani, invece, non si muovevano con il cuscino. Quindi il cuscino è stato chiaramente classificato come cosa e non identificato come "rivale", mentre il cane di peluche è stato subito percepito come una presunta minaccia.

Anche emozionante: la semplice presenza del presunto rivale nella stessa stanza non rappresentava una situazione stressante per i cani della serie di test, che è cambiata bruscamente solo quando è stata aggiunta l'interazione umana.

Il setup sperimentale nel video

Per una migliore illustrazione, il team di ricerca ha creato un piccolo video (in lingua inglese) che può essere visualizzato qui

La nostra conclusione

Anche se i cani non possono parlare, quindi non è possibile un sondaggio tramite una ricerca di mercato qualitativa, lo studio mostra abbastanza chiaramente cosa succede nella testa dei nostri amici pelosi quando accarezziamo cani strani. È difficile ricercare se la gelosia nei cani sia così pronunciata come negli esseri umani. Ma molto più importante: ciò che vale per gli esseri umani vale anche in linea di principio, almeno in relazione alla gelosia nei cani.

Con questa conoscenza, possiamo comportarci in modo molto consapevole verso i nostri cani, ma anche verso altri cani, ed evitare inutili situazioni di stress.

Il nostro consiglio

Se non hai solo cani ma anche bambini, condividi questa conoscenza con i tuoi figli. Quando i bambini hanno i propri cani in famiglia, tendono ad accarezzare altri cani.

Ti è piaciuto il post? Clicca qui per il prossimo post: Una connessione del cuore con l'animale - per una vita canina sana

#cibo per cani svizzera #cibo per cani sensibile #cibo per cani sano #cibo per cani sensibile #cibo per cani sano svizzera #cibo per cani sensibili

.

Schreiben Sie einen Kommentar

Kommentare werden vor der Veröffentlichung genehmigt.
Suche