icon

?

Spedizione gratuita da CHF 75.- Cibo sano per cani di AniSwiss.

?

Nuovi snack in vendita ora per un tempo limitato! Usa il codice NEW per il 15% di sconto.

Parte 8 - Attenzione, eccitazione!

Cosa è successo finora:
Fippo, il cane peloso che ama viaggiare, è scappato dalla polizia ed è salito alla RhB di Scuol. Vive da un po' di tempo con Marcel di Ani Swiss, dove gli piace rubare cibo per cani dal magazzino, annusare i sacchi e correre con il suo nuovo amico Bodesurri. Tutto andrebbe bene se non avesse nostalgia della "sua" Fadrina della Bassa Engadina. Ma proprio quando vuole dimenticarla per sempre, tutto va diversamente.

"Solo perché mi chiedi: sto bene. Forse sono un po' più pesante di allora in Engadina, dove ogni giorno percorrevo innumerevoli chilometri come un randagio e poi, sfinito, mi lasciavo sprofondare nell'autopostale per riposarmi. Era particolarmente accogliente in inverno! Quando le mie zampe, danneggiate dalla neve e dal ghiaccio, si sono scongelate lentamente sul riscaldamento dell'autobus e si è "chrüselete" così bene - ahhh! E il pavimento dell'autobus dondolava come se stessimo scivolando dolcemente su onde abbondanti in una nave. Ora che ti sto dicendo questo, sento di nuovo il desiderio. La nostalgia della mia vecchia vita, ma soprattutto di Fadrina. L'ultima volta che li ho visti la neve era alta un metro e ora qui in pianura sto ansimando presto al mattino perché fa così caldo e le mie zampe lasciano tracce bagnate.

Fortunatamente, è bello e fresco nel ripostiglio: è uno dei miei posti preferiti. Non solo perché ha un odore così seducente di pollo, anatra e manzo. L'odore viene dai sacchetti di cibo per cani che Marcel manda da qui! Un sacco si è strappato una volta e le palle sono rotolate in tutte le direzioni! Quella era una festa! Bodesurri e io ci siamo infilati nel pasto inaspettato fino a quando Marcel non ci ha mandato sotto la sua scrivania. Peccato. Bodesurri è diventato quasi come un fratello per me. Quando corriamo attraverso il torrente insieme e ci incontriamo, a volte lo lascio vincere. È giusto, dal momento che ha le gambe molto più corte di me. Mi piace anche il ripostiglio perché è così grande. A volte io e Bodesurri giochiamo a nascondino lì.

Nel frattempo posso anche immaginare di restare qui. Questo è il mio ultimo pensiero prima di addormentarmi sulla mia coperta sotto il tavolo dell'ufficio di Marcel – Bodesurri era rannicchiato contro di me, come sempre. Mi sveglio sentendo la voce eccitata di Marcel. Ancora stordito, lo sento gridare "Dove?" tre volte, poi ascoltare il telefono prima di dire "No, onestamente?" quattro volte. dice. Alzo le orecchie. È accaduto qualcosa. In quel momento Marcel chiede «Fippo?». Mi alzo di scatto dalla mia coperta, Bodesurri cade di lato e ringhia indignato. Fippo! Nessuno mi ha chiamato così dai tempi di Fadrina. Marcel chiede: "Sei sicuro?" e poi tace. Sto scoppiando di eccitazione! Cosa è successo? Perché il telefono conosce il mio nome?

«Invialo subito!» - L'ordine di Marcel mi tira fuori dai miei pensieri. Si siede davanti al computer e fa clic e fa clic. Improvvisamente la stampante sferraglia. Marcel si alza, prende il giornale, mi guarda, il giornale, me. Ad un tratto si china, mi carezza e mormora: «Fippo! Allora ti chiami Fippo!», e quasi mi si ferma il cuore. Cosa sta succedendo adesso? Prende il telefono e lo tocca. Qualcuno sembra essere dall'altra parte. "Sì," dice Marcel, "è lui" e mi guarda.

Non ci capisco più niente. Sì, certo che sono Fippo, ma di cosa si tratta? Bodesurri è ora completamente sveglio accanto a me e scodinzola senza sosta. Si diffonde uno spirito di ottimismo. All'improvviso cresce un sospetto: quando è Fadrina al telefono? Ha scoperto dove sono? Comincio ad abbaiare forte e non riesco a smettere. Ciao, Fadrina, sono qui, mi senti? “Shhh,” dice Marcel e mi accarezza il collo, “sì, Fippo, parla di te.»

Faccio smorfie per vedere cosa c'è sul foglio, sono quasi caduto su Bodesurri per la sorpresa. Sono io! Senza dubbio: posso essere visto abbastanza chiaramente sulla carta che è uscita dalla stampante. Adesso capisco anche meno di prima. Corro alla stampante e annuso. Forse posso individuare il profumo di Fadrina? Niente. Odora di cartucce, di carta e di Marcel. Nient'altro.

"Dai, Fippo!" chiama Marcel, "siediti!" All'inizio sono troppo irrequieto per stare fermo, ma dopo un po' ci riesco, nonostante Bodesurri mi scorra sempre intorno. Marcel si china, tiene il cellulare davanti al viso, fa clic, poi tocca di nuovo il telefono. Poco dopo suona il campanello e Marcel pronuncia un nome che conosco fin troppo bene e che non sento da sei mesi: Ciao Fadrina».

Il viaggio di ritorno di Fippo in Engadina è imminente? Attendo con ansia il seguito! Clicca qui per il prossimo post: Parte 9 - Minuti d'ansia per Fippo

#cibo per cani svizzera #cibo per cani sensibile #cibo per cani sano #cibo per cani sensibile #cibo sano per cani svizzera #cibo per cani migliore #cibo per cani senza cereali #cibo umido per cani #cibo per cani premium

.

Schreiben Sie einen Kommentar

Kommentare werden vor der Veröffentlichung genehmigt.
Suche