icon

?

Spedizione gratuita da CHF 75.- Cibo sano per cani di AniSwiss.

?

Nuovi snack in vendita ora per un tempo limitato! Usa il codice NEW per il 15% di sconto.

Parte 2: La fuga di Fippo

Fippo, il peloso cane randagio, ha fatto il nido con la giovane autista di autobus Fadrina la vigilia di Natale. Ma all'improvviso compare una donna che afferma di essere la proprietaria di Fippo.

Rischia di essere il preludio dell'addio?

Cos'è questo? Fadrina salta dal cuscino. Qualcosa l'ha svegliata. Dietro le tende giallo senape avverte il primo crepuscolo del giorno. Le montagne coperte di neve sono proprio davanti alla casa. lei ascolta Lì, sicuramente un ringhio. Il cellulare mostra le sette e mezza e una grossa. Il suo cuore si ferma: ha dormito troppo. Dannazione! Poi tira un sospiro di sollievo: è il nuovo anno ed è libera.

Ma perché Fippo ringhia?

Lei fa oscillare le gambe fuori dal letto, si porta a piedi nudi nel corridoio. Fipo è sdraiato davanti alla porta d'ingresso, i capelli sulla nuca sono verticali, il suo ringhio suona come un rombo basso e allo stesso tempo minaccioso di tuono che è in costante aumento. In quel momento suona il campanello. Fippo si alza e abbaia così forte che Fadrina sussulta.

Visita a Capodanno?

Chi vuole qualcosa da lei adesso? A quest'ora presto a Capodanno? Indossa i suoi vecchi pantaloni della tuta rossi, una maglietta da maratona e i suoi capelli assonnati rivaleggiano davvero con l'acconciatura arruffata di Fipo. Tuttavia, apre la porta.

"Buongiorno, signora Schmid. Mi dispiace disturbarla. Sono Gian Caviezel. E accanto a me c'è Riet Meier. Ah, e buone notizie."

Polizia

I due agenti di polizia sembrano un po' assonnati, ma amichevoli. Alcuni fiocchi di neve giacciono sui loro perret. Fadrina li ha incontrati spesso in paese, e una volta hanno fatto scendere un passeggero ubriaco dall'autobus.

La più giovane fino ad ora è stata zitta, le ha solo fatto un cenno del capo. Lei stima che abbia circa 20 anni, i riccioli biondi gli danno qualcosa di morbido e angelico. Ma i contorni del suo profilo sono nettamente tagliati, gli occhi azzurri sembrano attenti e sognanti allo stesso tempo. "Buongiorno, che succede?" cerca di soffocare l'abbaiare di Fippo.

Il biondo apre la bocca, ma il portavoce è più veloce: "Si tratta di quello", fa un cenno con la testa verso Fippo. "Quello non è il tuo cane, vero?"

"Mi ha incontrato", conferma Fadrina. "Non sta al rifugio."

Caviezel annuisce. "Sì, l'ho sentito. È solo che il suo proprietario si è messo in contatto ieri sera. Vive a Soglio. A quanto pare il cane è scappato da lei."

Escape?

Fadrina pensa di aver sentito male. "Scusa, cosa? È stato in giro per anni qui in Engadina. Non era scheggiato, l'ha fatto il canile. E a quanto pare apparteneva alla vecchia Claluna, l'allevatrice di pecore da latte."

"Sì, lo sappiamo anche noi", dice il più giovane, con una voce sorprendentemente profonda.

"Dopo la morte di Claluna, la signora lo prese. A quanto pare ha ripercorso la strada da Soglio a Lavin ed è rimasto irrintracciabile. Tuttavia, non ci sono state nemmeno segnalazioni di persone scomparse."

"Sciocchezze," sbotta Fadrina, "ha sempre guidato l'autobus. Per questo era conosciuto in tutta la valle."

"La signora ha dovuto andare a lungo in ospedale e poi in riabilitazione. Ora è tornata e proprio ieri sera ha denunciato la scomparsa del cane - che ha ribattezzato Asto. Ci ha mostrato la tessera di vaccinazione. Bene, ora siamo qui per riportarglielo."

Indietro

Fadrina ingoia. Fippo non la lasciava da Natale. Si addormentava sempre in fondo al suo letto. La salutava ogni mattina come se tornasse da un viaggio intorno al mondo. L'avrebbe accompagnata nei suoi tour in autobus, dove si sarebbe sdraiato pudicamente sul pavimento e avrebbe incantato i passeggeri. Le teneva compagnia quando guardava le sue serie preferite o faceva infinite telefonate o faceva escursioni.

Da quando Fipo era nella sua vita e nella casa di sua nonna, per la prima volta si è sentita davvero a casa qui in Engadina, anche se poteva parlare solo con sua nonna al cimitero. E ora Fippo - come "Asto" - dovrebbe sparire di nuovo dalla sua vita e dalla sua quotidianità? No No, no, no!

"Non puoi farlo", dice. La bionda la guarda, vede il rimpianto nei suoi occhi. "Miar müand. Sfortunatamente. Questa è la legge. Il cane è regolarmente registrato a Soglio in Bregaglia. Lo abbiamo verificato. È nostro dovere portarlo al legittimo proprietario."

Il cuore di Fadrina si fa sempre più pesante. Si rivolge a Fippo, che da tempo è rimasto in silenzio. I suoi occhi scuri da cane sono un unico punto interrogativo. Filipo alza lo sguardo. I poliziotti guardano. Fadrina deglutisce di nuovo.

E arrivederci?

"Non complicarci le cose," chiede il Caviezel a bassa voce, "dammi il guinzaglio."

In quel momento, Fippo salta, passa oltre gli ufficiali attraverso quello aperto porta e si precipita via attraverso la neve profonda. I suoi capelli arruffati svolazzano nella brezza mattutina.

"Ehi, fermati! Richiamalo!" grida Caviezel. Il più giovane scatta ma subito sprofonda nella neve. "Non avranno scampo", dice Fadrina. Il cuore le batte forte, il suo "Fippo, ecco", inghiottito dal vento.

L'ufficiale sembra sbalordito nella direzione che ha preso Fippo. Dopo tre minuti, il biondo è tornato, ansimando, i suoi pantaloni sono bianchi fino alle ginocchia. "Se n'è andato," ansima, "non si vede da nessuna parte."

"Gopfertellli, huara Saich!", lo rimprovera Caviezel e porge una carta a Fadrina. "Ecco. Quando torna, chiama subito."

"Sì, certo," dice Fadrina. Quando i due se ne sono andati a gambe levate, si prepara un caffè. Le sembra strano. Perché la donna ha denunciato la scomparsa del suo cane solo adesso? Perché non aveva fatto il chip a Fippo "E perché non era andata a cercarlo? Avrebbe potuto farlo dalla riabilitazione. C'è qualcosa che non va."

Dove frequenta Fippo?, si chiede un po' preoccupata. Lui è intelligente. E per quanto vuota si senta senza di lui, ha una certezza: un giorno tornerà nella sua stanza.

Cosa accadrà allora? Lei non lo sa. Proprio così: l'inizio di un nuovo anno non dovrebbe essere un addio. Beve piccoli sorsi di caffè e guarda fuori. Poi va in soggiorno e apre di una fessura la porta del patio.

Aspetti già il seguito: torna Fipo?

Ti è piaciuto il post? Clicca qui per il prossimo post: Parte 3: Il viaggio di Fippo nell'ignoto

#cibo secco senza cereali #miglior cibo umido per cani #cibo secco per cani senza cereali #buon cane secco cibo #cibo secco senza cereali #dare da mangiare al cane #cibo secco per cani migliore #cibo secco per cani senza cereali #cibo per cani #cibo per cani premium

.

Schreiben Sie einen Kommentar

Kommentare werden vor der Veröffentlichung genehmigt.
Suche